23 • ottobre • 2020

Breaking News:

Dino Gasperini

L’incarico affidatomi dal Sindaco Alemanno è l’impegno più bello che potesse capitarmi”. Con questo entusiasmo contagioso si apre l’incontro con Dino Gasperini, Consigliere Comunale con delega al Centro Storico. Cresciuto politicamente nelle fila dell’allora DC, poi importante dirigente capitolino dell’UDC, infine passato alla vigilia delle ultime elezioni amministrative nel PDL, Gasperini ha da sempre interpretato la politica come un’attività da svolgere sul territorio, coinvolgendo in maniera diretta le persone e le associazioni che lì vivono e lavorano. “Sono convinto che rendere partecipi i cittadini, magari attraverso le associazioni che li rappresentano, sia non solo giusto ma anche utile e costruttivo. Per questo non appena ottenuto l’incarico ho voluto istituire un tavolo permanente con le associazioni del Centro Storico: ogni mese ci incontriamo per discutere e programmare insieme priorità ed attività”.

Quali progetti, nati in occasione del tavolo permanente, avete portato avanti fino ad ora?
Stiamo predisponendo diverse azioni, tutte volte a migliorare la vivibilità di questa splendida parte della città. Solo per parlare dell’ultima in ordine cronologico, abbiamo dato il via ad una campagna denominata “alla ricerca del parcheggio perduto”. Sostanzialmente, insieme alle associazioni “il Tridente – centro storico” e “ricominciamo da Trevi” abbiamo istituito un’at-tività di monitoraggio di tutti i permessi e delle concessioni ad oggi in vigore nel centro storico.

Cosa crede che potrà emergere da questo monitoraggio?
L’obiettivo è quello di recuperare posti auto in superficie là dove ancora sussistono divieti di sosta scaduti o addirittura mai autorizzati, transenne per delimitare cantieri non più attivi o passi carrabili frutto di antichi privilegi. Verificheremo se sono attuali le ordinanze che dispongono la disciplina del traffico nelle strade e nei vicoli del centro, i passi carrabili autorizzati e le soste per i diversamente abili, le occupazioni del suolo pubblico per cantieri che da anni impediscono la sosta in alcune strade.

Siete già a conoscenza di situazioni …difficili?
Un esempio è quello di via Del Moretto, dove da 20 anni (!) non si può parcheggiare a causa di un cantiere ancora aperto. Ma ci sono anche i casi di via della Pallacorda, via Mario de’ Fiori, via Capo le case, piazza del Parlamento e via di San Sebastianello; a via di Ripetta, poi, non si capisce a che cosa serva un parcheggio riservato all’Ama.

Quanti posti auto pensa di poter recuperare attraverso… la ricerca del parcheggio perduto?
Non sono solito dare numeri a caso, il monitoraggio serve proprio a definire l’ampiezza del fenomeno. Ma se fa riferimento ai soli esempi che già le ho dato potrà rendersi conto che parliamo di centinaia di posti auto.

Qualcuno le dirà che così facendo finirà per riportare le auto in centro…
Beh, direbbe una cosa a dir poco inesatta! Innanzi tutto stiamo parlando di aree all’interno della ZTL, quindi aree il cui accesso è limitato agli autorizzati. Inoltre, questo recupero di posti servirà a soddisfare le esigenze di chi viveil centro per un periodo transitorio, fino a quando, cioè, non saranno pronti i parcheggi previsti dai PUP.

Tra i punti da lei indicati nel suo piano programmatico abbiamo trovato diverse attività già avviate…
Si, in effetti siamo già impegnati su diversi fronti: nell’ambito della tutela e del decoro abbiamo reso già concreto il progetto che prevede l’uso di giovani impegnati nel servizio civile per la tutela dei monumenti e delle piazze del Centro. 60 giovani identificabili grazie a delle pettorine realizzate ad hoc vigileranno sulle bellezze del centro storico. Abbiamo già disposto alcune modifiche inerenti il trasporto pubblico: è mia intenzione infatti spostare da luoghi come piazza Augusto Imperatore o piazza San Silvestro i capolinea degli autobus. Abbiamo eliminato i “jumbo bus” sostituendoli con mezzi più piccoli ed ecologici, sicuramente più idonei al trasporto pubblico nel centro storico.

Quali sono invece i progetti cui si dedicherà nel prossimo futuro?
Come ha avuto modo di vedere leggendo le linee programmatiche, abbiamo messo tantissima carne al fuoco: le macro – linee riguarderanno il contrasto all’abusivismo commerciale, il miglioramento dello standard di servizi per il Centro Storico; una semplificazione burocratica ed un vademecum per commercio, insegne e occupazione del suolo pubblico; un nuovo piano per l’illuminazione del Centro Storico; una modifica del contratto con AMA così da potenziare il servizio di raccolta dei rifiuti e renderlo più efficiente. Svilupperemo anche una serie di progetti di marketing territoriale atti a promuovere le attività commerciali e artigianali. il nostro lavoro, infatti, non è solo volto a conservare ma anche a promuovere e valorizzare il Centro Storico della più bella città del mondo.

di gicost

14 Aprile 2010  •   Ponte Milvio Magazine Magazine  •   0
 
Contattaci
Redazione:

Viale Carso 57, 00195 Roma
Mail: rivista-pontemilvio@tiscali.it

Ufficio commerciale:

Mail: immediately@immediately.it
Telefono 347 5856368

Newsletter

Periodico telematico. Autorizzazione tribunale di Roma n. 124/2008 del 02/03/2008
Società proprietaria ed editrice Immediately Srl, via C. Ferrero di Cambiano n. 82 Roma - P.IVA 06003611008
Provider Aruba SpA, via Garibaldi n. 8 Soci (Ar)

Web Agency Roma - Privacy Policy