30 • ottobre • 2020

Breaking News:

Il bello ci salverà

Con l’anno nuovo, anche la Moda guarda al futuro; nei mesi invernali è tempo di sfilate e passerelle: concluse la settantacinquesima edizione di “Pitti Immagine Uomo” a Firenze e “Milano Moda Uomo” per l’autunno-inverno 2009-2010 (entrambe svoltesi a gennaio) i riflettori si accendono questo mese sulle scintillanti Parigi e New York.

La crisi economica mondiale e la necessità di ridimensionarsi hanno ispirato anche gli stilisti: le parole chiave sembrano infatti essere tradizione e semplicità, forse da utilizzare come sinonimi di affidabilità, quasi a voler trasmettere sicurezza in un momento in cui di sicurezza uomini e donne ne hanno sempre meno. Ecco allora che in tempi in cui la crisi del gas tra Russia ed Ucraina e la ormai “perenne” crisi del Medio Oriente fanno temere ai più pessimisti rigidi inverni segnati dal risparmio energetico, spunta l’everlasting più confortante e caldo, “pizzicato” sulle passerelle della moda: la lana.
Cachemire e maglie rassicurano e assicurano durevole eleganza a discapito dell’immagine sinora diffusa del manager aggressivo ed impeccabile in giacca e cravatta rigorosamente caratterizzate dalle severe nuance del nero, dell’antracite, del grigio. Del resto già da qualche anno, almeno in Italia, il più celebrato è lo “stile Marchionne” il quale, oltre a tentare di invertire la rotta discendente del colosso italiano dell’automobile, indossa d’abitudine il pullover sotto la giacca.

Il dandy del 2010 indossa il cardigan e la t-shirt in cachemire, il piumino in lana tartan o di tweed, il papillon di mohair ed ama il verde, il ciclamino ed in generale i colori della natura o quelli ispirati ai tradizionali shetland scozzesi. In tal senso, piace ricordare il motto “il bello ci salverà”, tratto da Dostoevskij e fatto proprio da Brunello Cucinelli, re del cachemire italiano al 100% e patron di un gruppo fortemente improntato all’etica ed alla filosofia umanitaria. Il trionfo della lana, dunque, non è solo moda ma è rappresentativo di un nuovo modo di pensare: spiccano nel 2009 quegli stilisti che hanno saputo puntare sul rigore e sul rispetto dell’ambiente, ed in forte.

di Patricia Ladder

15 Aprile 2010  •   Ponte Milvio Magazine Magazine  •   0
 
Contattaci
Redazione:

Viale Carso 57, 00195 Roma
Mail: rivista-pontemilvio@tiscali.it

Ufficio commerciale:

Mail: immediately@immediately.it
Telefono 347 5856368

Newsletter

Periodico telematico. Autorizzazione tribunale di Roma n. 124/2008 del 02/03/2008
Società proprietaria ed editrice Immediately Srl, via C. Ferrero di Cambiano n. 82 Roma - P.IVA 06003611008
Provider Aruba SpA, via Garibaldi n. 8 Soci (Ar)

Web Agency Roma - Privacy Policy