29 • ottobre • 2020

Breaking News:

Il giorno della sostenibilità ambientale

Durante i lavori sono stati esaminati i temi dell’energia mondiale e le politiche sul clima (anche a seguito dei lavori di Copenhagen di qualche mese fa), nonché le problematiche relative alla gestione sostenibile dell’azienda.

Il tema della sostenibilità aziendale è sicuramente molto attuale e di grande interesse; sempre più, infatti, le imprese nel contesto globale dovranno valutare gli effetti delle loro politiche sulla salute dei consumatori, sull’ambiente ed in generale sul contesto politico, economico e sociale nel quale operano e con il quale interagiscono. L’evento ha fornito l’occasione anche per la presentazione del rapporto “Managing for sustainability” della Economist Intelligence Unit uno degli organismi indipendenti più importanti al mondo specializzato in analisi e ricerca su Paesi, Industria e Strategie manageriali. Il rapporto ha analizzato le modalità con le quali le imprese interpretano la responsabilità sociale d’impresa, una volta considerate solo principi di carattere minoritario ed ideale, mentre oggi rappresentano sempre più un argomento fondamentale nella gestione manageriale. La filosofia che si sta affermando in questi anni è quella secondo cui la responsabilità sociale non è solo una politica astratta ed utopistica fondata sull’immagine “verde”, ma rappresenta contestualmente strumento ed opportunità di crescita. L’esame della Economist Intelligence Unit è stato condotto mediante interviste a 200 manager a livello mondiale ed ha fornito alcuni interessanti risultati e, precisamente:

  • 1) più dell’87% degli intervistati convengono sul fatto che il tema della sostenibilità diverrà sempre più importante nei prossimi tre anni; alcuni la ritengono un rischio, altri un’opportunità;
  • 2) solo il 24% ritiene che vi sia una forte correlazione tra economicità e sostenibilità nel breve termine, mentre il 67% è convinto che tale correlazione sia forte nel lungo periodo;
  • 3) il 34% pensa che la necessità di fornire risultati economici e finanziari positivi nell’immediato rende gli obiettivi di sostenibilità una prorità meno pressante;
  • 4) la maggioranza degli intervistati enfatizza l’importanza di creare codici etici (51%) e di promuovere la tutela ambientale (50%) da attuarsi attraverso il ricorso a nuove strategie aziendali;
  • 5) la sostenibilità deve essere promossa specialmente in alcune funzioni aziendali chiave come quella della distribuzione (29%), dell’efficienza energetica (38%), della formazione delle risorse umane alla sostenibilità (32%);
  • 6) solo il 49% ritiene di aver fatto progressi nel raggiungimento dei propri obiettivi di sostenibilità.

E’ risultato inoltre che le aree nelle quali le aziende intervistate sono attive per promuovere la sostenibilità sono quelle relative alla implementazione del sistema aziendale etico ed anticorruzione, alla tutela ambientale ed alla ricerca di fonti energetiche alternative, al superamento delle diversità di genere (pari opportunità tra uomini e donne), ai diritti dei lavoratori, ad investimenti etici. Il tema della sostenibilità ambientale è di grande attualità. Se è pur vero che gli effetti delle nuove politiche aziendali in materia non sono visibili per la comunità ed in molti casi sono ancora molto lontani dall’essere concretamente raggiunti, il dibattito sociale, politico ed economico è molto vivo.
Ne è un esempio il libro di Chiara Piconi “Ambiente: uno stakeholder privilegiato” edito dalla Fondazione Telos, il Centro Studi dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Roma dove l’obiettivo dichiarato è il rafforzamento “nelle imprese e nei professionisti che le assistono dell’attenzione ormai dovuta anche per legge alla materia ambientale ed allo sviluppo sostenibile … la collettività ha il diritto di decidere sulle questioni riguardanti le sue risorse” e da questo assunto non possono prescindere coloro che sono chiamati ad amministrare quelle stesse risorse. Nel libro viene anche evidenziato come gli Organismi di esperti contabili nazionali ed internazionali si siano più volte pronunciati sull’esigenza di fornire adeguata indicazione delle poste economiche e finanziarie derivanti dalla politica ambientale sia nel prospetto di bilancio che nella relazione sulla gestione redatta dagli Amministratori.

di Antonio Coppola

15 Aprile 2010  •   Ponte Milvio Magazine Magazine  •   0
 
Contattaci
Redazione:

Viale Carso 57, 00195 Roma
Mail: rivista-pontemilvio@tiscali.it

Ufficio commerciale:

Mail: immediately@immediately.it
Telefono 347 5856368

Newsletter

Periodico telematico. Autorizzazione tribunale di Roma n. 124/2008 del 02/03/2008
Società proprietaria ed editrice Immediately Srl, via C. Ferrero di Cambiano n. 82 Roma - P.IVA 06003611008
Provider Aruba SpA, via Garibaldi n. 8 Soci (Ar)

Web Agency Roma - Privacy Policy