01 • novembre • 2020

Breaking News:

La nuova vita della fontana

La sorgente era stata “scoperta” già circa cinquanta anni prima dal medico Andrea Bacci, ma Papa Paolo V si era limitato a delimitare l’area con una semplice recinzione. Un viale alberato composto da Mori e Gelsi si sviluppava parallelamente alla strada ed è stato mantenuto fino a metà Ottocento.

La bontà e le proprietà terapeutiche (per altro non da tutti condivise…) dell’acqua hanno richiamato italiani e stranieri fino al 1960, quando l’erogazione dell’acqua fu interrotta a causa dell’inquinamento della falda. Nel frattempo, a causa delle Olimpiadi di Roma, la zona veniva trasformata con la costruzione della ferrovia Roma – Viterbo, l’urbanizzazione dei Parioli e la realizzazione delle infrastrutture per i giochi olimpici.
Il confinante Circolo Canottieri Aniene, rispondendo ad un bando della Sovrintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma per “la custodia e la manutenzione del costituendo Parco della Fontana dell’Acqua Acetosa”, dopo circa cinquanta anni di totale abbandono ha avviato nel giugno del 2008 i lavori di restauro e riqualificazione. “Grazie all’intervento durato poco più di un anno – ha commentato un soddisfatto Giovanni Malagò, Presidente del Circolo Aniene – abbiamo dato un importante contributo alla città di Roma. Il parco, pubblico ed a disposizione di romani e turisti, permetterà di rinverdire ricordi ormai lontani”. Al taglio del nastro, avvenuto in una soleggiata giornata di dicembre, ha preso parte anche il Sindaco Gianni Alemanno: “L’intervento di restauro della fontana rappresenta un esempio di sinergia tra pubblico e privato – ha osservato Alemanno – una formula sperimentata con successo, che speriamo possa ripetersi con gli stessi ottimi risultati in futuro anche in altre situazioni”. I lavori sono stati preceduti da un intervento sulla viabilità che ha previsto la modifica della sede stradale adiacente in modo tale da ampliare l’area dedicata alla fontana; il Parco è stato realizzato su un’area di circa 3000 mq.

Il restauro della fontana è consistito in una fase preliminare di rimozione delle parti a rischio e nel consolidamento e rimozione delle stuccature incongrue. Si è poi passati alla pulitura chimica e meccanica delle superfici. Infine sono state realizzate le nuove stuccature, la finitura in cocciopesto, la rubricatura delle iscrizioni e degli idrometri e l’applicazione del protettivo. “Non abbiamo potuto ricreare quel luogo ameno, incantato, in riva al Tevere – ha concluso Malagò, ma siamo comunque orgogliosi di aver contribuito a ridare dignità all’area restituendo alla fontana – ninfeo quel ruolo da “protagonista” che le compete”.

di wolf

15 Aprile 2010  •   Ponte Milvio Magazine Magazine  •   0
 
Contattaci
Redazione:

Viale Carso 57, 00195 Roma
Mail: rivista-pontemilvio@tiscali.it

Ufficio commerciale:

Mail: immediately@immediately.it
Telefono 347 5856368

Newsletter

Periodico telematico. Autorizzazione tribunale di Roma n. 124/2008 del 02/03/2008
Società proprietaria ed editrice Immediately Srl, via C. Ferrero di Cambiano n. 82 Roma - P.IVA 06003611008
Provider Aruba SpA, via Garibaldi n. 8 Soci (Ar)

Web Agency Roma - Privacy Policy