01 • novembre • 2020

Breaking News:

L’evoluzione concettuale del bagno nelle camere degli hotel di prestigio.

L’acqua è uno degli elementi fondamentali della vita, presente in noi e nel nostro immediato intorno. L’acqua è protezione materna, refrigerio e tepore…emozione. Il locale bagno è il luogo dove la incontriamo, la utilizziamo ce ne attorniamo. Progettare un bagno quindi significa definire il rapporto tra lo spazio e gli oggetti legati all’acqua ed indagare le affinità con le forme e i materiali più nobili. Ambientarli e farli convivere in una condizione di sensuale e quasi di magica alchemica atmosfera di benessere psicofisico completo e tanta serenità. E’ questa la configurazione contemporanea dell’ambiente bagno negli hotel più alla moda e di livello prestigioso. Superata la primaria funzione deputata all’igiene personale, oggi il bagno recupera la sua intrinseca vocazione edonistica per diventare oasi di relax, elegante ed intrigante metafora del rituale della cura del sé dove il cliente si trova avvolto in un’atmosfera calma e voluttuosa fatta di elevato comfort ed eleganza. Nel bagno il cliente, prima o dopo giornate di lavoro o di vacanza, si ritrova vicino e di fronte a se stesso e si riferisce alla propria intimità. I progetti più innovativi in campo alberghiero mostrano da tempo una evidente tendenza a ridurre e separare la zona di puro servizio (locali wc) dal cuore del regno dell’acqua (doccia, vasca e SPA) e della cura personale (zona lavabi). Queste ultime due zone sempre più vengono intese come prolungamento stesso della camera e talvolta vengono inserite in box vetrati praticamente in vista e inondati dalla luce naturale proveniente dalle finestre. Questo concetto forse penalizza la privacy ma di certo ispira sensualità e conferisce a tutto l’ambiente abitativo una grande sensazione di spazialità, luminosità, godibilità e diffuso effetto scenico. La camera dell’albergo di lusso diviene un unico articolato ambiente da vivere pienamente per le varie attività quali dormire, riposare, rilassarsi e coccolarsi. E’ ovvio che la dimensione della zona dell’acqua è conseguentemente cresciuta notevolmente in percentuale nel tempo rispetto ai consueti bagni. I materiali utilizzati, elegantemente naturali o ricercatamente artificiali, e i colori sono sempre più accostati tra loro con temi monocromatici, quasi tono su tono e, per quanto appena detto, in stretto rapporto di similitudine con quelli utilizzati nella zona letto e studio della camera. Le dotazioni , sanitari, rubinetti e accessori, coerentemente sostengono tale discorso esprimendo oltre ad intrinseca contemporaneità stilistica, la facilità e la correttezza d’uso, generosa efficienza e totale igienicità. Fondamentali sono la comodità della doccia che risulta ampia e dotata di getti d’acqua massaggianti o vaporosi, e della vasca che spesso viene posizionata centralmente e resa protagonista proprio come si fa per il letto nella camera. Sempre più vengono offerti, magari nelle suites, angoli wellness con saune e SPA personalizzate. L’illuminazione artificiale è particolarmente curata e viene utilizzata o in modo puntuale e d’accento per esaltare gli oggetti da far brillare o in modo diffuso su intere pareti e controsoffitti, quasi a voler velare scenograficamente i limiti fisici degli ambienti, che ne risultano smaterializzati e ampliati, anche con varie colorazioni grazie alle tecnologie dei led. Un importantissimo argomento, che da attento progettista valuto sempre metodologicamente è l’illuminazione della zona lavabo. Nello specchio, necessariamente antiappannante, infatti il cliente si vede e si cura, preparandosi o rilassandosi. In esso pertanto si deve poter scoprire possibilmente più bello e disteso, senza essere abbagliato da luci improprie o peggio che formino fastidiose ed antiestetiche ombre sul proprio viso rattristandone e drammatizzandone i caratteri. Una luce sapientemente posizionata e dimensionata in questo ambito riesce assolutamente nell’ intento di conferire una luminosità viva e brillante al viso. Discreti aromi e diffusa musica soft inondano l’aria trasformando, uniti a tutto quanto sopra descritto, il bagno dell’hotel di prestigio in un luogo del benessere fisico e sensoriale!

di  Paolo Brasioli

15 Dicembre 2011  •   Davide   •   0
 
Contattaci
Redazione:

Viale Carso 57, 00195 Roma
Mail: rivista-pontemilvio@tiscali.it

Ufficio commerciale:

Mail: immediately@immediately.it
Telefono 347 5856368

Newsletter

Periodico telematico. Autorizzazione tribunale di Roma n. 124/2008 del 02/03/2008
Società proprietaria ed editrice Immediately Srl, via C. Ferrero di Cambiano n. 82 Roma - P.IVA 06003611008
Provider Aruba SpA, via Garibaldi n. 8 Soci (Ar)

Web Agency Roma - Privacy Policy