01 • novembre • 2020

Breaking News:

Semplificazione amministrativa: dal 1 aprile al via ComUNICA

 

Si tratta di una importante novità destinata a semplificare enormemente i rapporti tra le imprese e la Pubblica Amministrazione; la stessa Agenzia delle Entrate ha espresso tale auspicio nel comunicato stampa del 30 marzo 2010 sottolineando che “la finalità della Comunicazione Unica è quella di semplificare gli adempimenti a carico dei contribuenti”.

D’ora innanzi si dovrà dunque fare riferimento solo allo sportello “telematico” delle Camere di Commercio per:

  • richiedere il codice fiscale o il numero di partita IVA;
  • iscriversi al Registro delle Imprese;
  • iscriversi all’INPS;
  • iscriversi all’INAIL.

L’Agenzia delle Entrate ha specificato anche che anche nel caso di richiesta di apertura della sola posizione IVA sarà comunque obbligatorio avvalersi della Comunicazione Unica, come la stessa dovrà essere adoperata anche nel caso di variazione o cessazione dell’attività delle imprese già operative.

La comunicazione, da spedire in via telematica o da consegnare su supporto informatico, si compone di un frontespizio – dove indicare i principali dati anagrafici e del rappresentante legale – e di una serie di altri quadri aggiuntivi da utilizzarsi a seconda dei casi.

Per il momento non possono ancora utilizzare tale strumento le imprese artigiane che hanno sede nel Lazio in quanto la Comunicazione Unica è applicabile solo nel caso di in cui questa sia prevista dalla legislazione regionale ed allo stato attuale le regioni che l’hanno prevista sono solo le seguenti: Piemonte, Veneto, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Puglia e Provincia di Bolzano.

Per info e consultazione FAQ consultare: www.registroimprese.it

 

Esaurimento delle risorse finanziarie per il credito d’imposta “sicurezza”

Con il comunicato n.49167/2010 del 29 marzo 2010 il Direttore dell’Agenzia delle Entrate ha reso noto che “l’assegnazione delle risorse stanziate per l’anno 2010 per il credito d’imposta … a favore delle piccole e medie imprese commerciali di vendita al dettaglio e all’ingrosso nonché di somministrazione di alimenti e bevande, per l’adozione di misure di sicurezza si è conclusa in data 8 marzo 2010 con l’accoglimento parziale dell’istanza presentata l’8 febbraio 2010 alle ore 10.56 minuti e 14 secondi.” (vedi anche Ponte Milvio n. 12 di Febbraio 2010)

 

Incentivi acquisti beni di consumo

Breve sintesi dei principali beni agevolabili con sconto da applicarsi a cura del venditore autorizzato per gli acquisti effettuati dal 15 aprile al 31 dicembre 2010. Lo sconto potrà operare nei limiti dei fondi stanziati dal Governo. Inoltre i prodotti acquistati devono andare a sostituire beni analoghi allo scopo di migliorare l’efficienza energetica e l’impatto ambientale anche in ambito domestico.

Per gli elettrodomestici il tetto massimo stanziato in termini di fondi è di 50 milioni di Euro

Beni agevolabili

Ammontare del contributo

Lavastoviglie con capacità di lavaggio ed efficienza di asciugatura non inferiore alla classe A

20% del costo – fino ad Euro 130

Forno elettrico di classe energetica non inferiore alla classe A

20% del costo – fino ad Euro 80

Piano di cottura con dispositivo di sicurezza

20% del costo – fino ad Euro 80

Cappa climatizzata

20% del costo – fino ad Euro 500

Pompe di calore ad alta efficienza – produzione di acqua calda sanitaria

20% del costo – fino ad Euro 400

 

Per le cucine componibili il tetto massimo stanziato in termini di fondi è di 60 milioni di Euro

Beni agevolabili

Ammontare del contributo

Cucine componibili ad alta efficienza (dotate di elettrodomestici di classe A, A+, A++ a seconda delle tipologie)

10% del costo – fino ad Euro 1.000

 

Per l’attivazione della banda larga  i fondi stanziati ammontano a 20 milioni di Euro

Beni agevolabili

Ammontare del contributo

Persone fisiche di età compresa tra i 18 ed i 30 anni

50 Euro (contributo fisso)

 

 

Per l’acquisto di motocicli o ciclomotori  i fondi stanziati ammontano a 12 milioni di Euro

Beni agevolabili

Ammontare del contributo

Motociclo fino a 400 cavalli di cilindrata (almeno Euro 3)

10% del costo – fino ad Euro 750

Motociclo elettrico (anche senza sostituzione con altro mezzo)

20% del costo – fino ad Euro 1.500

 

* Dottore Commercialista in Roma

 

2 Maggio 2010  •   Ponte Milvio Magazine Magazine  •   0
 
Contattaci
Redazione:

Viale Carso 57, 00195 Roma
Mail: rivista-pontemilvio@tiscali.it

Ufficio commerciale:

Mail: immediately@immediately.it
Telefono 347 5856368

Newsletter

Periodico telematico. Autorizzazione tribunale di Roma n. 124/2008 del 02/03/2008
Società proprietaria ed editrice Immediately Srl, via C. Ferrero di Cambiano n. 82 Roma - P.IVA 06003611008
Provider Aruba SpA, via Garibaldi n. 8 Soci (Ar)

Web Agency Roma - Privacy Policy