30 • ottobre • 2020

Breaking News:

Signori stilisti, attenzione alla class action

Indubbio strumento di seduzione ed appeal, di eleganza e ricercatezza, i tacchi alti – a stiletto o zatteroni che siano – possono avere un rovescio della medaglia inaspettato: possono essere pericolosi … Non sono pochi i casi di modelle, ma anche di comuni mortali, cadute ed infortunatesi a causa dei tacchi alti. Qualche tempo fa le cronache hanno raccontato di una hostess che, caduta a causa dei tacchi troppo alti, si è vista aggiudicare un risarcimento danni di oltre diecimila euro dal Tribunale Civile di Milano; anche i sindacati in Inghilterra (le temibili Trade Unions) sembra vogliano proporre una limitazione all’altezza dei tacchi per ridurre il rischio di incidenti sul lavoro che possono occorrere alle signore.

Aumenta anche il numero delle modelle che si sono rifiutate di indossarli. Come non sono mancati casi di cadute in passerella: nel solo 2009 sono state almeno tre le sfilate flagellate e si conta un caso in cui la “povera” modella sia finita rovinosamente sul pubblico (a Londra nel 2006). Eh sì, perché oramai ben lontani dal già temibile e famigerato tacco “12” vi sono alcuni stilisti che hanno realizzato calzature con tacchi che superano i 30 centimetri … praticamente più di un foglio A4, che notoriamente di centimetri ne conta 29! Tra queste le armadillo shoes disegnate da Alexander McQueen. Non a caso Vogue Italia inizia il 2010 dedicando una copertina “tragicomica” a questi “infortuni sul lavoro”: una modella che indossa calzari alla schiava dal tacco vertiginoso simula davanti all’obiettivo una serie di possibili cadute e scivoloni. Come difendersi? Forse varrebbe la pena qualche volta copiare una ex modella di fama planetaria e dall’indiscusso gusto, Carla Bruni Sarkozy, che indossa solo flat (o quasi) shoes!

di Patricia Ladder

13 Ottobre 2010  •   Ponte Milvio Magazine Magazine  •   0
 
Contattaci
Redazione:

Viale Carso 57, 00195 Roma
Mail: rivista-pontemilvio@tiscali.it

Ufficio commerciale:

Mail: immediately@immediately.it
Telefono 347 5856368

Newsletter

Periodico telematico. Autorizzazione tribunale di Roma n. 124/2008 del 02/03/2008
Società proprietaria ed editrice Immediately Srl, via C. Ferrero di Cambiano n. 82 Roma - P.IVA 06003611008
Provider Aruba SpA, via Garibaldi n. 8 Soci (Ar)

Web Agency Roma - Privacy Policy